Manila: la scuola continua!

Manila: la scuola continua!

La decisione del governo filippino di rinviare nuovamente l'apertura delle scuole pubbliche dal 24 agosto al 5 ottobre riflette le difficoltà che sta incontrando nell'affrontare la pandemia.
Da marzo le scuole sono chiuse e con l'intensificarsi della crisi della sanità pubblica, la tradizionale apertura delle lezioni di giugno è stata spostata ad agosto e infine ad ottobre.
Se da un lato questo rinvio è da considerarsi necessario per garantire la sicurezza di studenti, insegnanti e altro personale scolastico, dall'altro il Ministero dell'Istruzione fatica a trovare nuove e alternative per implementare i programmi scolastici, specialmente nelle realtà più emarginate.
Allo stato delle cose, l'apprendimento online non è un'opzione per la Calabrian Formation School poiché la maggior parte delle famiglie non può permettersi nè l'acquisto di computer per i figli e tantomeno la connessione Internet.
È stato quindi concordato dalla scuola e dai genitori di utilizzare il metodo di apprendimento a distanza modulare: una volta a settimana i genitori devono ritirare i materiali e restituirli la settimana seguente al momento del ritiro dei moduli successivi. Poi come precauzione di sicurezza, tutti i materiali restituiti vengono raccolti in una stanza che viene sottoposta a disinfezione a luce UV.
Inoltre, ogni classe possiede una chat di gruppo, dove riceve istruzioni e aiuto da parte dei docenti.
Al momento le famiglie si stanno adattando al nuovo metodo di insegnamento, a volte con qualche difficoltà. Le sfide sono tante, ma il corpo docente è fiducioso perchè vede comunque una buona motivazione nei genitori e nei ragazzi, che trovano in questa scuola alternativa una salda àncora di normalità nel mare delle incertezze portate dall'attuale implacabile crisi sanitaria.