Il Centro Calabriano Niños Buenos in risposta al Covid-19

Il Centro Calabriano Niños Buenos in risposta al Covid-19

Da Alejandra, sor. Roseli ci aggiorna sulla situazione Covid-19 in Argentina e ci racconta come stanno comunque sostenendo i bambini del Centro Calabriano Niños Buenos e le loro famiglie.
"Abbiamo avuto i primi casi confermati in Argentina all'inizio di marzo e rapidamente il governo ha preso nuove misure per contrastare la diffusione del coronavirus: dal 15 marzo sono state sospese tutte le attività sociali, scolastiche e i centri diurni. Poco dopo, dal 19 marzo è stato decretato l'isolamento obbligatorio, sospendendo di fatto le attività lavorative di vario genere, ad eccezione di quei servizi basilari come i supermercati e le strutture sanitarie". In risposta a questo disagio, il governo si è organizzato per offrire alle famiglie più bisognose un aiuto economico. Ad Alejandra, fortunatamente non ci sono ancora casi, perciò l'isolamento è una misura preventiva importante, visto che il sistema sanitario della zona è molto precario e non ha i mezzi per occuparsi dei casi più gravi. Il Centro Calabriano Niños Buenos è da sempre un punto di riferimento per  i bambini della zona che vivono situazioni di fragilità, così si è riorganizzato per stare loro vicino e continuare a portare speranza in questa situazione difficile: il centro è chiuso al pubblico ma lì si continuano a preparare i pasti che le famiglie vengono a ritirare e le educatrici preparano piccole attività e compiti che mandano alle famiglie in modo che i bambini possano progredire nell'apprendimento.